conivar banca cattolica cro
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.

La vittoria arriva senza faticare troppo. Purtroppo Mazionyte si è infortunata ed è in forse per Cagliari

di Carlo Fidani

20170311_172405_resizedOrvieto - Azzurra Orvieto Basket vince e convince in questa sfida con la quasi già retrocessa Alghero e già va con la testa alla sfida con la Virtus Cagliari. Della gara non molto da dire, Orvieto è  andata subito in fuga e Alghero non è stata più capace di riprenderla. Ottima la percentuale ai tiri liberi delle Umbre (12/14; 85,7%) contro un 8/12 per il 66,7% delle Sarde. E' stata una vittoria di squadra per Orvieto dal momento che ben 4 giocatrici, Brunelli (16) Manzotti (12) Manfrè (13) Bonasia (14) sono andate in doppia cifra. Lato negativo di questa partita è stato l'infortunio di Mazionyte che è dovuta uscire dopo 11' per un brutto colpo al naso ricevuta da un'avversaria e per lei si sospetta la frattura del setto nasale. Una brutta tegola per Romano che dovrà attendere il bollettino medico per sapere con precisione delle condizioni fisiche della forte pivot Lituana e sulla possibilità di utilizzarla per il finale di stagione. Si parte da 2 punti di Orvieto che subito dopo fa il 4 a 0. Brunelli fa il 6 a 2 in contropiede e Azzellini dalla lunetta il 6 a 3. Orvieto fa le prove di fuga e al 5' è  8 a 3. Alghero si fa sorprendere un paio di volte in contropiede e Monticelli chiede il time out. Bonasia e Mazionyte fanno una grande cosa e, al 7', Orvieto conduce  con 7 punti di vantaggio e le sue azioni scorrono fluide. Il primo quarto si chiude sul 20 a 10 un quarto nel quale Orvieto ha conquistato 10 punti di vantaggio grazie ad una difesa eccellente e a diversi contropiedi che Alghero ha concesso generosamente. Il primo canestro del secondo quarto è di Sow a cui segue quello di Flauret , ma le Umbre  non si fanno sorprendere e, dopo 3', conducono per 27 a 16. Orvieto allunga ancora fino al più 13 e si gira sul 30 a 16. Romano ruota le sue,  Mazionyte deve uscire per un colpo ricevuto al naso e lunghe di Orvieto in campo sono Gaglio  e Manfrè. Si viaggia ad un ritmo di 13 lunghezze di vantaggio per le padrone di casa che diventano 15 ai meno 2'. Manzotti da 3 e Presta in contropiede fissano il punteggio sul 41 a 23 con cui si chiude il primo tempo. Orvieto ha sempre condotto e Alghero ha faticato molto a tenere il passo delle avversarie. Bonasia (9)  e Azzellini (7) le migliori relizzatrici al 20'. Si riparte  da un canestro da sotto di Barbone e dal canestro che sembra stregato per le due squadre per qualche possesso.  Rompe l'incantesimo Falanga da 3 e, ai 6', il punteggio è di 43 a 27. Anche Romano chiede il time out e si gira sul 46 a 27. Brunelli raggiunge  quota 9  punti ma Alghero accorcia di 4 e sono 18 i punti di vantaggio per Orvieto.  Il quarto si conclude con il tabellone che si illumina sul 55 a 34. Orvieto ha incrementato il suo vantaggio fino al più 21 e, ultimo quarto, che vuol dire gestire quanto  accumulato . Dopo 3' è  61 a 36 e la partita è ormai  decisa. Al 35' il tabellone segna i  22 punti di vantaggio delle padrone di casa e il gap rimarrà lo stesso fino alla fine della partita. Intanto buone notizie dalle Nazionali perché Gaia Conti, 2002, 1,77 cm, della Ceprini è stata convocata per il raduno dell'Italia under 15 dal 17 al 20 marzo a Roma. A disposizione anche Giulia Gatti 2002 della Pallacanestro Perugia.

Azzurra Orvieto Basket : Grilli, Falanga M. F. 4, Mazionyte 6, Bonasia 14, Gaglio 4, Manzotti 12, Manfrè 13, Brunelli 16, Bortolotti, Presta 4; all. Romano

Mercede Alghero: Zinchiri, Georgieva 10, Lubrano, Barbone 13, Azzellini 14, Petrova 9, Sow 3, Solinas, Manconi, Flauret 2; all. Monticelli

Risultato: 73 - 51  (20 -10 /  41 - 23 / 55 - 34)

Arbitri: Soavi-Bertuccioli

 (del 11/03/2017 in Sport Basket)
 

Battuta Crema con una gara strepitosa  in quello che era un vero e proprio spareggio per la terza posizione 

di Carlo Fidani

Orvieto - Splendida vittoria di azzurra Ceprini Orvieto che, fra le mura amiche del PalaPorano, supera una irriducibile Basket Tec Mar Crema in una gara con tanto ritmo e agonismo. Tanti i punti a referto, sarà 71 a 60 il punteggio finale, a testimonianza di una gara tiratissima, giocata da entrambe le squadre per cercare la vittoria. Orvieto è partita fortissimo, al punto da illudere il pubblico del PalaPorano che tutto fosse facile, ma poi ha dovuto subire il ritorno delle avversarie che, all'inizio frastornate dal gioco veloce e aggressivo delle bianco rosse, hanno cominciato ad alzare i tempi del gioco e si sono fatte sotto fino ad un + 5 di vantaggio che, però, è durato poco. Finale che ha visto protagoniste le padrone di casa, abili a cercare il tiro sempre da posizioni difficili ed ad osare più delle avversarie. Ottime Mazionyte (17) Brunelli (17) Manzotti (14)  Bonasia (9) e Manfrè (8) per un quintetto che ha poche rivali in A2. La vittoria si può dire che è arrivata dalla lunetta, straordinaria la percentuale delle Bianco  rosse. Un 23/27  che significa un 85,2% e che vale da solo al vittoria. Di Crema si può dire che, sicuramente, è una squadra che non si arrende facilmente, che ha ottime individualità, Veinberga (12) soprattutto, insieme a  Capoferri (11) Zagni (11) e Caccialanza (7). Che è squadra capace di accelerazioni di ritmo notevoli, ma che non è riuscita a superare costantemente una difesa arcigna come quella di Orvieto e che ha subito le tante soluzioni in campo aperto delle avversarie.  Come detto dopo un primo momento di studio Orvieto preme decisamente sull'acceleratore e dopo 5' è 12 a 0. Tutto riesce bene alle ragazze di Romano e il BTC è frastornato vedendo sbucare Manzotti e Brunelli da tutte le parti e assistendo alla grande prestazione sotto canestro di Mazionyte e Manfrè. Il finale di quarto vede Crema recuperare terreno, rifarsi sotto fino  al conclusivo 23 a 14 che significa 9 punti da amministrare per Orvieto. Nel secondo quarto il copione è lo stesso, fino al 15' i punti di stacco fra le due squadre sono sempre 9, ma le Lombarde recuperano qualcosa e arrivano al - 4 e la partita è riaperta tanto che il tempo si conclude sul punteggio di 35 a 31. Dopo l'intervallo il BTC  illude i suoi tifosi perchè recupera il terreno perso, pareggia e poi si porta sul + 5 ma, quando si gira, è di nuovo Orvieto a condurre e, ad 1' dalla fine è Manzotti con una splendida conclusione da lontano a realizzare il 50 a 46 che è il preludio al 53 a 46 con cui si conclude il quarto. Si riprende a giocare e il Team di Orvieto arriva a gestire 10 punti di vantaggio che amministra con abilità. I punti diventano anche 13 ma Veinberga tiene accese le speranze ospiti e, a 55'' dalla fine, è di nuovo + 11.  Poco altro da dire nel tempo restante perché Orvieto gestisce  il vantaggio e chiude una straordinaria partita sul 71 a 60. Adesso l'attenzione è tutta per la Coppa Italia che prenderà il via dal 3 al 5 marzo prossimi a Costa Masnaga, prima avversaria per Orvieto sarà Bologna.

Azzurra Ceprini Orvieto: Grilli, Falanga M.F., Mazionyte 17 (5/7; 0/4; 7/7), Bonasia 9 (1/6, 0/1; 7/8), Gaglio 6 (2/5;0/0; 2/3), Manzotti 14 (3/5;2/4;2/3), Manfrè 8 (3/10; 0/0; 2/2), Brunelli 17 (1/4; 4/6; ¾), Armenti, Presta; all. Romano

Basket Tec Mar Crema: Conti 7 (2/3; 1/1; 0/2), Zagni 11 (4/8; 1/1), Capoferri 11 (2/4; 2/4; 1/1), Cerri, Veinberga 12 (0/4; 4/8), Caccialanza 7 (2/5; 1/4) Parmesani, Rizzi 3 (1/4; 0/1; 1/1)Picotti 8 (4/6; 0/3); all. Visconti

Arbitri: Sciliberto - Picchi

Risultato    71 - 60  (23 - 14  /  35  - 31 / 53 - 46)

 (del 26/02/2017 in Sport Basket)
 

Grazie a Brunelli (19) e Mazionyte (16) tutto facile per le Umbre nei secondi 20'

L'immagine può contenere: una o più persone, persone che praticano sport, campo da basket e spazio al chiusoEcoProgram Castelnuovo Scrivia: Rosso 7, Bergante 11, D'Amico, Gabba 2, Porro 4, Algeri, Vitari 3, Gavio, Giangrasso, Salvini 12, Gross 11; all.

Azzurra Ceprini Orvieto: Grilli 6, Falanga M.F. 2, Mazionyte 16, Manzotti 8, Boni 2, Manfrè 11, Brunelli 19, Bortolotti, Armenti, Presta; all. Romano

Arbitri: Belprato Simona e Giovannetti Giulio

Risultato: 50 - 64 (13 - 14 / 23 - 23 / 33 - 42)

di Carlo Fidani

Orvieto - Orvieto vince la sua prima trasferta del 2017 e supera Casteluovo di Scrivia per 50 a 64 con una vittoria maturata tutta nei secondi 20' di gara. Brunelli è stata ancora migliore marcatrice della partita (come all'andata) con 19 punti seguita a ruota da Mazionyte (16) e Manfrè (11). Per il BCC sono 12 i punti per Salvini e 11 per Gross e Bergante. Le Castelnuovesi hanno giocato alla pari i primi due quarti per poi cedere 9 punti nel terzo quarto e 14 nell'ultimo. Ottima la partita delle Orvietane, capaci di gestire bene la gara e di serrare le fila della difesa, difesa che quando gira bene diventa la vera e propria arma vincente del team Umbro che, in questo caso, ha poche rivali che possono tenergli testa. Si parte con Orvieto senza Bonosia infortunatasi alla caviglia nell'allenamento di Giovedì e al suo suo posto Romano schiera dal 1' la giovanissima Grilli, prodotto del vivaio. Il primo canestro è di Manfrè da 2 e subito dopo anche Brunelli va a segno e fa il 4 a 0. Dopo 2' la stessa  Grilli, con una tripla, contribuisce allo 0 a 7 parziale. Rosso, dopo un tentativo fallito da 3, accorcia per le "Giraffe" ma Mazionyte non è da meno. E' Vitari a riaprire la gara con 3 punti preziosi ma il punteggio con il quale si gira è 5 a 12. Il BCC non si arrende facilmente, Bergante dalla lunga distanza accorcia, Romano prova in regia Falanga e, sotto canestro, piazza Boni che lo ripaga con 2 punti quando siamo all'8' (8 - 14). Bergante e Salvini riaprono completamente i giochi accorciando fino al - 1, distacco con il quale le Castelnuovesi riescono a chiudere il primo quarto, un quarto nel quale Orvieto ha fatto subito le prove di fuga mentre il BCC si è rifatto sotto nel finale. Si riparte di nuovo da Grilli in regia e per 1' non si va a canestro. A rompere il digiuno un canestro delle padrone di casa che per la prima volta vanno a condurre e, a 13', vanno anche sul + 3. Le difese cominciano ad avere la meglio sugli attacchi, si segna poco e si arriva al 15' senza più canestri. E' Mazionyte ad aggiungere qualcosa allo score di Orvieto e la pivot lituana non si ferma qui perché, ancora da 2, riporta in vantaggio le Umbre. Mancano 3' alla fine del tempo e c'è ancora modo per Gabba per trovare il pareggio e nei minuti finali il punteggio arriva fino al 23 pari con la prima tripla di Manzotti. Si chiude il primo tempo di una gara equilibrata nella quale si è andati punto a punto senza che nessuna delle due squadre sia riuscita a prevalere sull'altra. Alla fine dell'intervallo le due squadre si affrontano con decisione, anche qui il canestro tarda ad arrivare e Gross riapre il confronto ma una grande Mazionyte ne fa 11 di punti in totale e, insieme a Grilli, ancora da 3, fa segnare il 27 a 32 al 24'. Si va in scena sulla base di un copione che prevede 5 punti di vantaggio per le ospiti e Manfrè va segno da 3 e Salvini arricchisce il suo contributo, fin qui di 10 punti, per il 33 a 37. Ultimi 2' di quarto che vedono la conferma di Orvieto che, grazie ancora a Manfrè e Brunelli, fanno illuminare il tabellone sul 33 a 42. Il terzo quarto ha visto Orvieto allungare nel finale e sono 9 i punti da gestire per le umbre dopo che Castelnuovo ha retto bene il confronto per 8'. L'ultimo quarto si riapre nel segno di una Brunelli che vanta un 3/5 da lontano ma il Bcc non si arrende e arriva al - 6. Si va a girare con Castelnuovo che tenta il riaggancio ma Manfrè aggiunge argomenti validi alla gara di Orvieto e con il punteggio di 40 a 46. Il finale vede Orvieto trovare i colpi migliori, a 3' dalla fine è + 9, poi + 7 e di nuovo + 6. Brunelli tocca quota 16 punti, Mazionyte porta le sue su un rassicurante + 10 e la gara termina 50 a 64 per le ospiti.

 (del 18/02/2017 in Sport Basket)
 

Contro GEAS prestazione super delle Ragazze di Orvieto che vanno a vincere di 2 punti

di Carlo Fidani

Orvieto - Grandissima vittoria di Azzurra Ceprini Orvieto Basket sulla capolista Geas Sesto San Giovanni. Una vittoria di misura, 52 a 50, ma ottenuta con caparbietà e in virtù di una grandissima e poliedrica difesa, di una grande prestazione dai tiri dalla grande distanza e da un'ottima mira dalla lunetta. GEAS ha giocato i primi due quarti alla grande, con un ritmo elevatissimo ma poi ha pagato lo sforzo  e subìto il ritorno delle Orvietane che hanno avuto anche la freddezza di gestire il risultato nel finale. Ottime Mazionyte (14), Manzotti (14), Bonasia (12) da una parte e Galbiati (15), Ercoli (15),  Barberis (13) dall'altra. Dopo 2' di gara  è  4 a 2 per Orvieto grazie a Brunelli. La gara è  equilibrata e Arturi fa 4 a 5. Non è facile giocare contro la difesa di GEAS  ma Bonasia va segno da 3 e si gira sul 7 pari. Il primo time out è chiesto dalle Milanesi a 3' e 48'', poi  Manfré riporta in avanti Orvieto e Manzotti, da 3, fa il 12 a 7. Ercoli riduce le distanze e guadagna 2 liberi scuotendo la retina sul 12 pari. Manzotti segna uno spettacolare 14 pari per andare a chiudere un primo quarto estremamente equilibrato con Orvieto che ha tentato la fuga. Si riparte e Orvieto guadagna subito 1 punto ma Gambarini, da 3, fa il 16 a 18. La gara si gioca sul punto a punto,  Orvieto mischia le carte alle ospiti e cambia difesa ripetutamente.  Ai 5' è  24 pari punteggio che rimane fino ai 2' e 27'' quando Geas rompe il digiuno. A 1' è 24 a 29 e poi Geas, in  pochissimo tempo, con il suo gioco in velocità  guadagna fino ad 8 punti.   Finale brutto di Orvieto che si fa sorprendere e subisce il buon momento delle ragazze di Cinzia Zanotti permettendo loro una fuga di 8 lunghezze . Si riparte e Manzotti  fa il 27 a 32, prima e il  29 a 32, subito dopo. Orvieto si rifà sotto fino al meno 2 e adesso è GEAS a subire il ritmo di Azzurra. Su un contropiede Bonasia da tre fa il 35 a 36 e Mazionyte il 37 a 36. Si va al punto a punto e Gambarini  dalla lunetta lascia acceso il tabellone sul 39 a 40. Anche Mazionyte dalla lunetta tiene apertissima la gara sul 41 a 40. A fil di sirena GEAS  si porta  sul piu 1 ma Orvieto reagisce fino al  43 a 42 con cui si conclude la frazione di gioco. Grande terzo quarto di Orvieto che recupera 9 punti sfruttando il calo di ritmo delle avversarie e trovando il tempo di piazzare i colpi delle sue tiratrici migliori. Nel finale le Milanesi, senza Ercoli per 3', hanno subito ancora. La gara è emozionante,  quando si riprende a giocare Manzotti da 3 segna il  46 a 44 e, quando il tabellone segna i 5' e 53'' alla fine, la partita è ancora in perfetto equilibrio (48 pari). Mazionyte, dalla lunetta, aggiunge 2 punti ad Orvieto arrivando, così, fino a 3' dal suono della sirena. Ercoli, ottima la sua prova sotto canestro, pareggia i conti sul 50 a 50 ma Manzotti a 1' e 51'' mette nella retina il pallone della vittoria perchè non succede più nulla di rilevante fino alla fine. Infatti, Orvieto difende bene il vantaggio  giocando la palla fino ai 24'' per arrivare, poi,  agli 8'' finali quando Romano chiede il time out. La palla è pesantissima, Bonasia e compagne non permettono niente alle avversarie che, al suono della sirena, hanno anche la palla della possibile vittoria con un tiro da 3 che va sul ferro. La palla ricade fra le braccia delle Orvietane a cui rimane solo da festeggiare.

Azzurra Ceprini Orvieto: Grilli, Falanga M.F. ne, Mazionyte 14, Bonasia 12, Gaglio, Boni 3, Manfrè 4, Manzotti (14), Brunelli 5, Bortolotti ne, Armenti ne, Presta ne; all. Romano

GEAS Sesto San Giovanni: Arturi 5, Galbiati 15, Schieppati, Decortes ne, Gambarini 2, Panzera, Barberis 13, Grassia ne, Ercoli 15, Pusca ne; all. Zanotti;

Arbitri: Massafra-Fabbri

Risultato: 52 - 50   ( 14 - 14 /  24 - 32 /  43 - 42)

 (del 12/02/2017 in Sport Basket)
 

Domenica 12 Febbraio al Palazzetto dello Sport di Porano arriva Geas Sesto San Giovanni

Foto AzzurraOrvieto - Domenica 12 Febbraio al Palazzetto dello Sport di Porano arriva Geas Sesto San Giovanni, capolista del girone A del campionato nazionale di A2.
La Azzurra Ceprini deve rimediare alla sconfitta incassata in Sardegna, dove il CUS Cagliari ha saputo sfruttare al meglio anche il fattore campo portando la partita dalla propria parte.
Le ragazze capitanate da Valentina Bonasia sono quindi impegnate in una doppia sfida: dimenticare la prestazione opaca della scorsa settimana e dare ...il massimo contro una delle pretendenti al titolo che finora ha all'attivo 16 vittorie su 17 gare disputate.
Serviranno la precisione di Brunelli e Mazionyte, la fisicita` di Manzotti, la grinta di Manfrè e Gaglio e l'attenzione di tutte le giovani.
Servira` anche il pubblico, numeroso, caloroso e determinante nelle ultime sfide in casa.
Salto a due alle ore 18.00.

 (del 11/02/2017 in Sport Basket)
 

Tra le protagoniste Azzurra Ceprini Orvieto

a2fcitaOrvieto - La Lega ha ufficializzato il calendario della final Eight di Coppa Italia che vedrà tra le protagoniste Azzurra Ceprini Orvieto basket. Qualificate , Oltre ad Orvieto, Scotti Use Empoli, Infa Feba Civitanova Marche, Geas Sesto San Giovanni, B.Ethic Ferrara, Matteiplast Bologna, Velco Vicenza, B&P Autoricambi Costa Masnaga. Le gare si svolgeranno tutte al Palazzetto Comunale di Via Verdi di Costa Masnaga (LC) il 3 - 4 - 5 marzo prossimi con il seguente calendario: 

3 MARZO QUARTI DI FINALE

1 - Scotti Use Rosa Empoli - Infa Feba Civitanova Marche ore 15.00
2 - Geas Sesto San Giovanni - B.Ethic Ferrara ore 17.00
3 - Matteiplast Bologna - Ceprini Costruzioni Orvieto ore 19.00
4 - Velco Vicenza - B&P Autoricambi Costa Masnaga ore 21.00

4 MARZO SEMIFINALE

Ore 16.30 Vincente sfida 1 vs Vincente sfida 2

Ore 19.00 Vincente sfida 3 vs Vincente sfida 4

5 MARZO FINALE

Ore 18.00

 (del 07/02/2017 in Sport Basket)
 

Riccardi e Alesiani fanno tutto loro e finisce 55 a 53 quasi a fil di sirena

di Carlo Fidani

Orvieto - Azzurra Ceprini Orvieto basket ha perso in dirittura d'arrivo il confronto del PalaCus di Cagliari nell'anticipo della terza di ritorno del campionato di Basket femminile. 55 a 53 il punteggio finale che premia la bravura di Cagliari nei momenti importanti della gara e la grande giornata di Riccardi e Alesiani, 31 punti in due per una vittoria che viene tutta dalle loro mani. Nel dopo gara il Coach di Cagliari  ha dichiarato di aver conquistato la vittoria contro la più forte squadra del campionato. Orvieto non ha affatto demeritato e ha condotto nel punteggio fino a 5' dalla fine ma nulla ha potuto nel finale quando la numero 4 delle Cussine è stata precisa dalla lunetta in più di un'occasione. Le Isolane non potevano vantare una rotazione lunga ma Riccardi (16) e Alesiani (15 ), come detto,  hanno quasi vinto la gara da sole mentre per Orvieto a meritarsi le lodi, su tutte, Manzotti con i suoi 11 punti, poi Bonasia e Brunelli con 10. Si parte nel segno di Cagliari che raggiunge anche 7 lunghezze di vantaggio ma si deve arrendere al recupero delle Orvietane che limitano il passivo al meno 1. Nel secondo quarto Orvieto ha un finale importante dopo un inizio equilibrato, ha condotto anche di 9 punti ma Cagliari si è rifatto sotto tanto da limitare il passivo a 5 lunghezze. Nel finale, infatti, Bonasia ferma il tabellone sul 27 a 32 mentre una ottima Riccardi ha tenuto in partita le Isolane. Il secondo tempo vede Orvieto tenere il passo del precedente e, anzi, la vede aggiungere altri 2 punti in più al suo score per un 37 a 44 che ha messo in bella mostra Falanga, un paio di canestri importanti per lei, e ha visto il deciso tentativo di fuga delle ospiti con le padrone di casa che hanno, appunto, limitato il passivo al meno 7.  Si ricomincia a giocare e due liberi di Dettori fanno il meno 5, una tripla della stessa Dettori fa di nuovo il meno 2 ma Falanga indovina ancora un canestro importante per Orvieto e Romano rimanda in campo le big. Un fallo antisportivo per le padrone di casa permette 2 punti da aggiungere al loro score. Un contropiede per parte fallisce ai 5' e la gara è emozionante e va avanti sulla scia della parità (46 - 46). Ancora un contropiede manda Manfrè alla lunetta e Brunelli rientra in campo. Invece Alesiani fa 2 su 2 e Cagliari è in vantaggio in maniera inaspettata tanto che Romano chiama di nuovo il time out. A 3' e 19''  le ospiti sono sotto di 2 punti, Orvieto è sfortunata al tiro e Alesiani fa più 5 con un tiro da 3 dopo una serie di errori da una parte e dall'altra ma Bonasia fa anche lei una grande cosa dalla lunetta. Orvieto spende il suo bonus a 1' e 55'' e così Alesiani ha 2 liberi a disposizione a sua volta, ed è il più 4. Manzotti realizza a 1' e 30'' e riaccende le speranze di Orvieto ma ancora Alesiani va a segno e la gara termina sul 55 a 53.

 

CUS Cagliari: Alesiani 15, Madeddu, Gaslini, Vanin, Riccardi 16, Dettori 9, Bertucci 5, Aielli,Niola 4, Bungaitè 6; all. Ibba

Azzurra Ceprini Orvieto: Grilli, Falanga M. F. 8, Mazionyte 8, Bonasia 10, Gaglio 2, Colantoni, Manzotti 11, Boni, Manfrè 4, Brunelli 10; all. Romano

Arbitri: Mignogna Cristina, Bavera Michel

Risultato: 55 - 53 (19 - 18 / 27 - 32 / 37 - 44)

 (del 04/02/2017 in Sport Basket)
 

Il Team di Romano si impone per 78 a 63 su Costa Masnaga e mantiene la terza posizione

di Carlo Fidani

L'immagine può contenere: 1 personaOrvieto - Azzurra Ceprini Orvieto riesce a mantenere la terza posizione in classifica superando abbastanza agevolmente B&P Autoricambi Costa Masnaga per 78 a 63 in un match nel quale ha sempre condotto nel punteggio. Dopo GEAS ed Empoli ecco, quindi, Orvieto e Milano a quota 24 punti seguire il passo delle prime e rimanere lì, pronte ad approfittare di qualche passo falso delle avversarie. Nella serata nella quale Brunelli ha realizzato il 2000esimo punto in carriera  (ottima come al solito la prova della guardia della bianco rosse di casa con ben 22 punti all'attivo, migliore marcatrice della serata) Orvieto ha tenuto sempre sotto controllo una gara nella quale ha toccato punte di 19 lunghezze di  distacco dalle pur brave avversarie, avversarie che, nonostante l'infortunio che le ha private praticamente  dall'inizio della straniera, Sesnic, hanno lottato sempre riuscendo anche a riaprire la gara al meno 5.  Si inizia da un canestro  di Manzotti, poi non si segna per 3' e a  rompere il digiuno è Masnaga con un libero di Longoni. Mazionyte e Brunelli in contropiede fanno 6 a 1,  punteggio con un cui si gira. Manzotti va a segno dalla lunetta a 3' e 37" e il punteggio è 12 a 3. Visconti da 3 accorcia e l'ex, Baldelli, fa il 12 a 8.  Un contropiede di Brunelli e Gaglio, da sotto canestro, portano Orvieto al più  8  ma il quarto finisce 20 a 10 con un canestro a fil sirena di Bonasia. Buona la prova di Orvieto che ha condotto sempre e ha costretto le avversarie a rincorrere. Si riparte da Rulli e dai suoi 2 liberi finiti a nella retina. Sono 8 le lunghezze che separano le due squadre e, con Bonasia, Orvieto raggiunge di nuovo il più 10.  A 5' è  26'' il distacco arriva fino a 16 punti e il punteggio arriva fino al 33 a 16 quando mancano 3'.  Mazionyte  dalla lunetta fa anche il più  19 e finisce il secondo quarto con Masnaga in recupero e sul 38 a 24. Orvieto ha allungato decisamente ma le Lombarde non si sono arrese e hanno rosicchiato nel finale 5 punti alle avversarie. Mazionyte e Brunelli hanno giganteggiato sotto canestro e dal perimetro con 12  e 10 punti, mentre le ospiti  sono andate a canestro un po' tutte con il quintetto. Il secondo tempo ricomincia nel segno di Masnaga che va  subito a segno e riapre la gara. Brunelli da 3 riallunga ma Masnaga si rifà sotto e non molla. Ai 5' è  44 a 37 e poi 44 a  39 tanto che  Romano sente il pericolo e chiede il time out. Alla ripresa dei giochi Manfrè fa 2 canestri in pochi secondi e Brunelli va a segno ancora da 3  e il tabellone registra di nuovo un gap di  12  punti. Finale di quarto nel quale Orvieto allunga decisamente sul 59 a 47 punteggio con il quale si conclude  la frazione di gioco.  Nell'ultimo quarto  Masnaga recupera qualcosa e va subito sul 59 a 50 ma un contropiede di Bonasia permette  il 63 a 50 a 7' e 30'' . Orvieto guadagna di nuovo 16 punti ma, ai 5', le Lombarde riescono a recuperare ancora  6 punti e il tabellone  segna 72 a 52.  Il finale vede Orvieto controllare la gara e rallentare un po' il ritmo mentre le Costamasnaghesi provano a recuperare ma la difesa delle Orvietane non  permette altro se non il  78 a 63 finale.

Azzurra Ceprini Orvieto: Grilli, Falanga M.F. , Mazionyte 17, Bonasia 10, Gaglio 5, Colantoni, Manzotti 11, Boni, Manfrè 13, Brunelli 22, Bortolotti, Presta; All. Romano

B&P Autoricambi Costa Masnaga: Longoni 7, Meroni 2, Rulli 15, Tagliabue, Del Pero 10, Baldelli 9, Mistò 4, Visconti 8, Sesnic, Tibè2, Maiorano 6; all. Pirola

Arbitri: Sciliberto sara e Fiore Adriano

Risultato  78 - 63 (20 - 10 /  38 - 24 / 59 - 47)

 (del 29/01/2017 in Sport Basket)
 

All'andata fini' ai supplementari e a spuntarla furono le Lombarde

L'immagine può contenere: 1 persona, sta praticando uno sport, campo da basket e scarpeOrvieto - Mancano meno di 24 ore alla sfida tra la Azzurra Ceprini Orvieto e la ASD Basket Costa e nell'aria c'è tanta voglia di riscatto. Già da inizio settimana le ragazze hanno lavorato per dimenticare la sconfitta dell'ultimo secondo incassata ad Empoli e per preparare al meglio il match di domenica.
All'andata la partita fu a senso unico per tre periodi di gioco ed il vantaggio visibile alla fine di ogni quarto faceva ben sperare per il risultato finale. Negli ultimi 10 minuti..., però, un black out delle orvietane fece rialzare la testa alla squadra di Costa Masnaga, che riuscì a portare la partita ai supplementari e a strappare la vittoria con il punteggio di 84-79.
Domenica capitan Bonasia e compagne vogliono riprendersi ciò che hanno lasciato in Lombardia e conquistare due punti fondamentali per rimanere nella scia delle due di testa del girone.
Il campo dirà la sua ma il sesto uomo in campo, il pubblico, potrà dare sicuramente una spinta in più.

 (del 28/01/2017 in Sport Basket)
 

Azzurra perde di un solo punto il confronto diretto e cede la seconda posizione in classifica proprio alle Toscane

di Carlo Fidani

Scotti Use Rosa Empoli:  Rosellini  17 (1/2; 5/12 0/0) Calamai   7 (2/5; 1/4; 0/0) Gimignani , Manetti, Sesoldi,,  Chiabotto ( 0/1; 0/0; 0/0)  Fabbri 0/0; 0/2; 0/0) Pochobradska  23 (10/17; 1/3; 0/0)  Fabbri  3 (0/0; 1/4; 0/0)  Van Der Wardt ,  Narviciute  13 (4/9; 0/2; 5/6) Posarelli ; all. Cioni

Azzurra Ceprini Orvieto: Grilli Selene, Falanga M. 3 (0/0; 1/2; 0/0) Mazionyte  17 (6/10; 0/0; 5/7) Bonasia  8 (3/7; 0/3; 2/2) Gaglio  5 (2/6; 0/0; 1/2) Manzotti  5 (1/5; 1/4; 0/0)  Boni,  Manfrè 13 (6/8; 0/0; 1/3)   Brunelli Greta  11 (1/5; 3/9; 0/0)  Armenti ; all. Romano

Arbitri: Spinelli Matteo (PV); Valleriani Daniele (FR)

Risultato. 63 - 62 (23 - 16 /  33 - 34 / 46 - 50)

Sfortunata trasferta ad Empoli per Azzurra Ceprini Orvieto Basket perché la gara, che si è decisa nei secondi finali, ha visto prevalere le Bianco rosse di casa per un solo punto. Diverse sono le cose per cui recriminare come, ad esempio, una partenza nella quale le Orvietane hanno lasciato alle avversarie 7 lunghezze di vantaggio, troppe visto il risultato finale. Dopo il secondo quarto è uscito fuori il bel gioco delle ospiti, Mazionyte (17), Manfrè (13) e Brunelli (11) hanno rimesso tutto in discussione e hanno fatto comandare Orvieto nel punteggio raggiungendo anche 5 punti di vantaggio ma il finale in recupero delle Toscane ha fatto sfumare l'idea dei 2 punti. Il primo canestro della gara lo mette a segno Brunelli ed è una tripla. Rosellini risponde ancora da 3 ma Manfrè riporta il punteggio sul 5 a 3. Dopo 2' lo score è di 7 a 5 e si gioca punto a punto. E' Manfrè a rimettere a posto le cose ancora da 2 ma Empoli, con una Pochobradska decisamente in palla e autrice di 8 punti,  si riporta in vantaggio per 11 a 7. Empoli cerca la fuga al 5' di gioco e, Calamai, con un tiro da due, fa allungare le sue di 6 punti. Brunelli va a segno da tre per la seconda volta e Orvieto incamera altri tre punti che fanno illuminare il tabellone sui 12 punti per le Umbre, ma Empoli, con gli 11 punti di Pochobradska, è a 18. Le due squadre si rincorrono sempre con un margine di 6 punti grazie anche ad un canestro di Manzotti e, quando mancano 2' alla fine del quarto, Calamai mette a segno la tripla del 23 a 15. Gaglio, appena entrata, con un libero riduce lo svantaggio ma Empoli continua a fare il suo gioco. Il primo quarto termina sul punteggio di 23 a 16 con Orvieto che era partito bene ma con Empoli che è uscito fuori alla distanza guadagnando, alla fine,  7 punti. Si riparte ancora nel segno delle padrone di casa con Pochobradska che dopo 11' ha già messo a segno ben 13 punti. Dall'altra parte è Brunelli a reggere bene il confronto con 8 punti realizzati. E' Mazionyte, dalla lunetta, a riportare a 4 punti il distacco tra le due squadre. Ancora la pivot lituana rimette in partita Orvieto e il punteggio, dopo 5', è di nuovo in parità. Tra le toscane è sempre La lunga della Cechia che guida le sue mentre fra le fila di Orvieto cresce la giocatrice di Romano. La gara è apertissima, a 3' dalla fine il punteggio è di 30 a 29. Gaglio accorcia e una tripla di Falanga porta in vantaggio Orvieto di un punto e sì arriva, così, al 20', con il punteggio di 33 a 34. Si chiude il quarto con la Ceprini che è autrice di una grande rimonta avendo recuperato alle avversarie ben 8 lunghezze. Mazionyte e' salita decisamente di tono e le sue compagne di squadra hanno difeso molto bene. Alla ripresa del gioco ancora Pochobradska mantiene la gara sul binario dell'equilibrio ma, con Bonasia e Manfrè, Orvieto allunga di 3 punti. Si arriva al 24' con Azzurra che conduce sul 42 a 41 e, subito dopo, di nuovo prova di fuga per le ospiti perché Manzotti fa 45 a 41. Orvieto è andata a segno con tutte le sue in campo mentre per Empoli, dei 43 punti segnati, ben 21 sono di Pochobradska, A 3' minuti dalla fine del terzo quarto è 43 a 48 ma una tripla di Rosellini rende di nuovo emozionante la partita con due soli punti che separano le squadre. Si arriva al 30' e Azzurra chiude con il punteggio favorevole di 50 a 46. Ancora una grande prestazione di Orvieto che, in una gara molto equilibrata, riesce a distanziare di 4 punti le avversarie. La partita è emozionante, si lotta duramente e dopo 1' è 48 a 50. E' ancora una tripla di Orvieto di Brunelli che ristabilisce le distanze quando siamo al 33'. Orvieto riesce a tenere lontana Empoli con un grande gioco di squadra e si gira sul sul 52 a 55 con un canestro di Narviciute. Si continua punto a punto, a Narviciute risponde Manzotti e sono 4 le lunghezze di distanza fra le due squadre. A 3 ' dalla fine Empoli raggiunge Orvieto grazie all'ottima prova di Rosellini; Bonasia, a 2' dalla fine, riporta in vantaggio le sue e Mazionyte fa allungare di nuovo  il passo ad Orvieto fino  al più 4. il Palazzetto dello Sport Empoli sì accende per il finale emozionante e Empoli rimette tutto in discussione nell'ultimo minuto raggiungendo quota 60 punti. Nei secondi finali la palla è pesante, Empoli scavalca Orvieto di un punto e guadagna una vittoria che la consolida al secondo posto.

 (del 22/01/2017 in Sport Basket)