conivar banca cattolica cro
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.

Al Vestrelli, nella finale play off,  finisce 1 a 0 per il Pontevalleceppi

di Carlo Fidani

20170521_172041_resizedOrvieto - Sogno Eccellenza svanito per l'Orvietana vista la sconfitta di misura subita dal Pontevalleceppi nella finale dei Play  Off di Promozione Umbra. In una giornata condizionata da un forte vento trasversale che ha reso problematici i passaggi, soprattutto i lanci lunghi, è andata in scena una sfida che ha visto protagoniste due squadre che si sono ottimamente distinte in campionato e che hanno dato vita ad una partita equilibrata e, a tratti, condizionata da forti toni agonistici. Forti le proteste dei Biancorossi della provincia di Terni che hanno recriminato per alcune decisioni arbitrali che hanno condizionato la gara come un paio di rigori negati loro e un fuorigioco molto dubbio di Serafini lanciato a rete solo davanti al portiere.  Il Pontevalleceppi, da parte sua, ha il fatto di aver giocato una partita molto accorta tatticamente e di aver saputo piazzare il calcio vincente su punizione riuscendo, poi, a controllare la gara. L'Orvietana è uscita dal torpore di una partita  che è sembrata stregata fin dall'inizio solo nel quarto d'ora finale quando ha colpito un palo (dopo una grande parata del portiere) e ha collezionato una serie di grandi occasioni. La prima occasione della gara è per Serafini che, però, è in fuori gioco. Risponde il Pontevalleceppi con uno dei pezzi pregiati del suo tridente offensivo, Urbanelli, ma la palla va sul fondo. Al 25' si fa vedere Brescia che lascia partire un diagonale sulla respinta del quale la palla finisce a Polidori che tira prontamente ma Marconi compie un altro grande intervento parando bene a terra. 3' dopo Regnicoli, su cross in area, al volo spedisce sulla traversa. Il gol partita arriva poco dopo su punizione di Fanini che spedisce nell'angolo alto e porta in vantaggio i suoi. Al 44' uno degli episodi contestati,  Polidori riceve in area dopo uno scambio e viene atterrato dallo stesso Fanini in maniera plateale ma senza che l'arbitro conceda il rigore tanto che, dopo 1' di recupero si va negli spogliatoi ancora sull'1 a 0. Si riparte e l'Orvietana pare più decisa dopo un primo tempo di maggior possesso palla dei Perugini. Dopo 10' altro episodio contestato, Lazzarini trattiene Polidori che si libera e serve Serafini che, però, viene fermato dall'arbitro per un fuori gioco molto dubbio. Partita quasi in frigo fino alla mezz'ora quando l'Orvietana si scatena. Su angolo Cotigni colpisce di testa quasi a colpo sicuro ma Marconi è prontissimo e respinge sul palo. Subito dopo Brescia si esibisce in uno slalom spettacolare ma Marconi è ancora bravo a mettere in angolo sulla battuta del quale Nuccioni viene atterrato in area con l'arbitro che nega nuovamente il rigore. Ancora Brescia calcia alto di poco e, nel finale, dopo che Cecchetti ha sfiorato la  rete di testa, è Polidori a far partire una gran bordata ma senza esito positivo. A questo punto l'appuntamento con l'Eccellenza per l'Orvietana è rimandato all'anno prossimo a meno che l'Angelana non faccia l'impresa superando il Francavilla nello spareggio nazionale, sempre di Eccellenza, spareggio che l'ha vista soccombere per 2 a 0 nella gara di andata.

Orvietana: Perquoti, Ammendola, Frellicca, Cotigni, Nuccioni, G. Avola, Zagarella (37' st Cochi), Viviani, Serafini (20' st Donati), Brescia, Polidori; All. Fatone (Sganappa, Di Cristoforo, Bottoni, Tonelli, F. Avola)

Pontevalleceppi: Marconi, Lazzarini, Ragnacci, Monni (40' st Silvioni) , Piazza, Pauselli, Urbanelli (35' st Cecchetti), Cecchini, Regnicoli, Fanini, Marri (40' st Sinisi); all. Bruni (Caprini, Fioretti, Giambattista, Sotgia)

Reti: 37' pt Fanini

 (del 21/05/2017 in Sport calcio)
 

In 9 uomini per tutto il secondo tempo i bianco rossi riescono a vincere per 3 a 1

di Carlo Fidani

20170312_153116_resizedOrvieto - Giornata da ricordare a lungo per i tifosi dell'Orvietana quella del confronto con la Nestor dell'ex Borrello perchè gli uomini di Fatone, in nove dal 2' del secondo tempo, hanno compiuto l'impresa di vincere per 3 a 1. Il primo tempo ha visto i bianco rossi comandare le operazioni a lungo ma trovarsi chiusi quasi tutti gli spazi da una ordinata e ben messa in campo, Nestor, ed è servita una grande punizione di Brescia a sbloccare il risultato.  Poi, lo stesso Brescia, prima e Ammendola, poi, hanno dovuto prendere prima del tempo la via degli spogliatoi lascando con due uomini in meno in campo i compagni. Ma sono bastati un gran colpo di testa di Cotigni e una girata di classe in area di Polidori a rimettere a posto le cose. Contestato l'arbitraggio che ha visto lasciar correre molti interventi abbastanza duri, soprattutto nel finale di gara. Si inizia con la Nestor che reclama per un intervento duro su Boutiznar in area  ma è l''Orvietana che cerca con più insistenza dell'avversario la via della rete.  Al 26' Brescia viene atterrato al limite dell'area ed è lo stesso numero 10 che calcia con la palla che prende una traiettoria insidiosa finendo in rete(foto sopra).  Il gol dell'Orvietana arriva proprio quando la Nestor era riuscita a guadagnare metri in avanti. L'Orvietana  nonostante il vantaggio continua a premere in avanti alla ricerca del gol sicurezza. Quando mancano 7' alla fine del primo tempo è Serafini a incunearsi in area ma il rasoterra a servire Polidori viene intercettato. Poco dopo altra combinazione Polidori - Serafini con quest'ultimo che colpisce di testa ma il tiro è debole e Marinacci para. E' il 46' quando  Brescia è autore di un brutto fallo ai danni di Bertolini e l'arbitro non ha esitazioni ed estrae il rosso. Il primo tempo termina sullo 1 a 0 grazie alla maggiore intraprendenza dei biancorossi che hanno attaccato di più ma l''espulsione di Brescia ha cambiato,  però,  le carte in tavola. Le cose non si mettono di nuovo bene ad inizio ripresa perché viene espulso anche Ammendola per doppio giallo e l'Orvietana rimane in 9 uomini. Fatone sostituisce Serafini con Filippo Avola togliendo quindi una punta e inserendo un difensore ma, nonostante l'inferiorità numerica i biancorossi sfiorano la rete con Cochi che però era partito in posizione di fuorigioco. Su calcio d'angolo la Nestor sfiora il pareggio  con la palla che spiove sotto la traversa ma Perquoti riesce a respingere senza che poi nessun attaccante ospite riesca a ribattere in rete. Adesso la partita è tutta in salita per i biancorossi perché la Nestor comincia a premere con insistenza. Al 12' Marinacci esce e travolge Polidori mettendo la palla in angolo ma proprio così  arriva il raddoppio.  Zagarella batte il corner conseguente e  Cotigni mette abilmente di testa in rete. Ma non finisce qui perché poco dopo, al 15', Polidori riceve palla in area, si gira e spedisce ancora la palla in rete per il 3 a 0 e per un risultato che ha dell'incredibile. Nonostante l'inferiorità numerica i bianco rossi guadagnano anche un altro angolo ma sul rovesciamento di fronte subiscono un contropiede 3 contro 3 che viene interrotto dalla difesa dei padroni di casa. Borrello  dà fondo a  tutte le sostituzioni mettendo in campo Calistroni e Giovi oltre che Vestrelli. Fatone risponde con Donati per Polidori che esce tra il tripudio della folla. Si arriva al 31'sempre sul 3 a 0 con l'Orvietana che si difende e la Nestor che cerca di imbastire qualche azione offensiva degna di nota. Quando mancano 3' alla fine c'è un'incursione in area biancorossa di Giovi ma l'azione viene interrotta dalla difesa. Al 44' arriva però la rete degli ospiti,  palla che arriva a Calistroni ben smarcato in area e diagonale conseguente che supera Perquoti per il 3 a 1.

Orvietana: Perquoti 7, Ammendola 6, Frellicca 7, Cotigni 7, Viviani 7, G. Avola 7, Cochi 7,5 (41' st Di Girolamo), Zagarella 7, Serafini 6,5(2' st F. Avola 7), Brescia 6,5, Polidori 7 (30' st Donati); all. Fatone 7,5 (Sganappa, Bottoni, Tonelli)

Nestor: Marinacci 5,5, Trotta 5, (19' st Vestrelli), Nori 5, Moretti 5, Bertolini 5,5, Trequattrini 5, Tordo 6, Ciurnelli 5,5 (13' st Giovi), Gammaidoni 6, Boutiznar 6,5 (26' st Calistroni) , Morelli 5,5; all. Borrello 6,5 (Sagrazzini, Agoumi, Botnaru)

Arbitro: Amadei di Terni 5, Assitenti Margheriti e Gjoka di Terni

Reti 26 pt Brescia (O) 13 st Cotigni (O) 15' st Polidori (O) 44' st Calistroni (N)

Note: rec. Pt 3' e st 5'. Espulsi Brescia e Ammendola. Ammoniti. Ammendola, Moretti, Nori, Polidori.

 (del 12/03/2017 in Sport calcio)
 

Al Muzi superata una coriacea AMC 98 ma il Cannara è sempre a 2 punti

di Carlo Fidani

Orvieto - l'Orvietana ne fa due all'AMC 98 e incamera tre punti importanti, ma non senza faticare, contro un avversario che, soprattutto nel primo tempo, si è affacciato pericolosamente dalle parti di Perquoti. Un gol per tempo ha deciso la sfida che i bianco rossi hanno gestito molto bene  tatticamente sapendo aspettare il momento giusto per piazzare i gol che hanno dato il vantaggio (al 40' pt, Giuliano Avola) e che hanno chiuso i giochi (al 29' st, Polidori).  I Bianco rosso verdi si fanno subito sotto pericolosamente colpendo un palo con Terzino e cercando la rete subito dopo con Testarella che viene stoppato da Ammendola. Risponde subito l'Orvietana con Cotigni che tira quasi a colpo sicuro ma la sua conclusione è ribattuta con palla a Giuliano Avola il cui forte diagonale è parato dall'ottimo Taddei. Al 19' l'Orvietana perde Serafini che accusa una distorsione alla caviglia e viene sostituito da Cochi. Al 23' altra grande occasione per gli ospiti: punizione di Tavoloni, palla ribattuta dalla barriera, cross in area e Russo, da buona posizione, si si vede parare il tiro da Perquoti. Pochi minuti dopo lo stesso Russo va ancora alla conclusione sfiorando il palo. Al 40' la prima rete della gara. Punizione da lontano di Filippo Avola che la mette nel mezzo, Giuliano Avola è il più veloce a intervenire fra una selva di gambe ed è 1 a 0. Poco dopo rimessa lunghissima di Viviani con Cochi che gira al volo di sinistro ma Taddei para ancora. Finisce un primo tempo nel quale è l'Orvietana ad aver meritato il vantaggio per aver cercato con più insistenza la vittoria. Stesso copione nella ripresa, i bianco rossi non si fermano qui anche perchè a Fatone piace chiudere le partite subito e Cotigni ha sui suoi piedi un paio di ottime occasioni per farlo. Prima corregge di testa un calcio di punizione con palla che sfiora pericolosamente il palo e poi, su  cross di Brescia in area, lo stesso numero 4 da ottima posizione lancia  Donati ma  Taddei, miracolosamente, riesce a respingere di piede. Poi Polidori tira alto ma non sbaglierà al 29' quando, ancora su punizione di Filippo Avola,  si fa trovare solo in area, stoppa di petto e spedisce in rete di destro, al volo. Ancora l'esterno bianco rosso, scatenato, va a lambire il palo e, poco dopo, raccoglie una respinta corta della difesa e vede il suo tiro parato sulla linea di porta. C'è tempo per un'uscita di  Perquoti  che sbroglia bene una pericolosa situazione in area e, allo scadere per un'occasionissima Orvietana. L'onnipresente Polidori s'incunea fra due avversari e ha il tempo di girarsi entro l'area ma il portiere respinge ancora una volta.

Orvietana: Perquoti 7, Ammendola 6,5, Frellicca 6,5, Cotigni 6,5, Viviani 6,5, Avola G. 7, Brescia 6,5, Avola F. 6,5, Donati 6,5 (26' st Zagarella sv) , Serafini sv (19' pr Cochi 6,5), Polidori 7,5; All. Fatone 7,5 (Sganappa, Di Girolamo, Tonelli, Fraleone)

AMC 98: Taddei 7, Tavoloni 5,5, Gentili 5,5, Merendoni 5,5, Cudini 5,5, Marinelli 5,5, Tromboni 6, Manni 5,5 (21 st Paragnani 5,5), Russo 6,5, Terzino 6 (29' st Antonini sv), Testarella 5,5 (17 st Xeka 6); All. Amati (Altobelli, Tortorella,, Dormi)

Arbitro: Anselmi di Orvieto, Assistenti Moscatello e Giovanardi di Terni

Reti: 40' pt e 29' st Polidori

Note: rec. Pt 2' e st 3'

 (del 20/02/2017 in Sport calcio)
 

Al Muzi, di scena l'AMC 98

di Carlo Fidani

Mister FatoneOrvieto - Orvietana impegnata nella settima di ritorno di questo avvincente campionato d Promozione umbra che  vede i bianco rossi inseguire in classifica il Cannara, con due punti da recuperare. Proprio il Cannara evoca il brutto ricordo della sconfitta di mercoledì in Coppa con la finale sfuggita a soli 2' dalla fine come ricorda Mister Fatone. "Con l'AMC 98 non sarà facile a livello perchè a livello psicologico c'è ancora la rabbia per aver buttato via la qualificazione e aver perso in maniera immeritata oltre ad  aver preso la rete  in maniera casuale perchè l'autore del gol del Cannara voleva metterla in mezzo e non tirare. Ma soprattutto la rete subita è arrivata dopo aver buttato via almeno due occasioni limpide per andare in vantaggio.  Siamo coscienti, però, di aver fatto bene anche se nelle ultime due gare abbiamo speso molto. Adesso dovremo essere bravi a continuare giocando bene e poi avremo 15 giorni di sosta per rimettere a posto le cose." Tornando alla gara di domenica contro l'AMC 98 Fatone ribadisce che: "Sarà una partita da prendere con le molle, sulla carta siamo favoriti ma il calcio non è fatto solo di classifiche e di statistiche. Ripeto noi abbiamo speso tanto e dovremo essere bravi per guadagnare i due punti." Infatti l'AMC 98 è penultima con 18 punti ma, come dice giustamente Fatone, nel calcio non contano solo le classifiche.

 (del 18/02/2017 in Sport calcio)
 

I bianco rossi sconfitti dopo aver comandato le operazioni per quasi tutta la gara

di Carlo Fidani

20170215_151637_resizedOrvieto - Beffa per l' Orvietana al Muzi perchè sarà il Cannara a proseguire il suo cammino in Coppa Italia dove andrà ad affrontare in finale  la Pontevecchio. Beffa perchè la formazione di Fatone ha avuto sempre il controllo della partita, giocando in maniera più intraprendente ed avendo le occasioni migliori cedendo solo nel finale.  Bravo il Cannara a piazzare i colpi vincenti al momento opportuno, a crederci fino in fondo e a giocare una partita accorta. In apertura punizione di Viviani che impegna severamente Catarinelli. Dopo 10 ' tegola in casa orvietana perché Nuccioni ha un risentimento dell'infortunio muscolare che lo aveva tenuto lontano dai campi di gioco per un paio di partite ed è costretto ad uscire con Fatone che arretra sulla linea dei difensori Viviani.  2' più tardi è lo stesso Viviani a mettere in area un invitante pallone per Tonelli che, al volo, calcia alto. Al 14' Fatone sceglie la trazione anteriore e fa scendere in campo Donati per l'infortunato Nuccioni con  Brescia che arretra in regia. Al 21' il primo tiro in porta del Cannara che, con Camilletti, spedisce a lato. La partita arriva fino alla mezz'ora senza reti e con l'Orvietana che ha attaccato di più. Al 32' occasionissima Cannara,  per un malinteso difensivo Bellucci avrebbe la palla buona entro l'area ma calcia altissimo. 4 'dopo è Serafini a stoppare la palla al volo, alzarla e effettuare una girata che sorvola la traversa. Il Cannara subisce un po' il gioco degli avversari e si affaccia dalle parti di Perquoti con Bellucci che di testa manda alto. Al 42' slalom dal limite di Fattorini che però spedisce ancora alto. Risponde  subito l'Orvietana con una azione insistita che termina con un tiro di Serafini che impegna a terra Catarinelli. In pieno recupero ancora Bellucci avrebbe una palla buona in area ma viene fermato da Giuliano  Avola. Termina un primo tempo senza reti e nel quale  l'Orvietana ha attaccato di più e il Cannara si è difeso con ordine affacciandosi qualche volta pericolosamente dalle parti dell'area bianco rossa. Si riparte dallo 0 a 0. Al 3' occasione Orvietana,  Donati conquista palla sulla trequarti, serve Polidori che, dopo un paio di dribbling, lascia partire un rasoterra che sfiora il palo. Quinti per tutta risposta, anche lui dopo un'azione prolungata, calcia sfiorando a sua volta il palo. Poi è uno scambio Donati Serafini a concludersi con palla fra le braccia di Catarinelli mentre all'8' si assiste ad  una delle azioni più pericolose della partita. Donati il scappa sulla sinistra senza avversari fra lui  è il portiere  ma anche qui la palla va a lambire il palo. Il quarto d'ora è passato da un paio di minuti quando Bellucci si libera bene in area e vede il suo tiro respinto da un difensore. Poco dopo l'occasione più limpida della partita per i biancorossi capita sui piedi di di Brescia che, dall'altezza del dischetto dell'area di rigore, calcia quasi a colpo sicuro ma si vede ribattere il  tiro dal numero uno avversario. Alla mezz'ora Cannara pericoloso in area biancorossa,  Bellucci per Fattorini,  cross di quest'ultimo che  Giuliano Avola mette in angolo. Poco dopo episodio dubbio in area di rigore dei padroni di casa con Bonaccorsi che interviene su Fattorini che cade a terra. L'arbitro non concede il rigore. Al 35' Brescia si libera bene sulla fascia sinistra del suo fronte d'attacco, crossa in area, ma la difesa allontana, mentre, al 36', un contropiede 4 contro 2 dei biancorossi che viene interrotto da Anselmi in maniera provvidenziale. 2'più tardi è Polidori a seminare il panico ancora sulla fascia sinistra per poi accentrarsi e lasciare partire un gran tiro con la palla che passa vicino il palo. Il Cannara nel finale prende di più campo alla ricerca del gol, gol  che arriva al 43' ad opera di Anselmi abile a correggere sul palo opposto, di testa, un lancio lungo su calcio di punizione. L'Orvietana si lancia disperatamente in avanti e guadagna una punizione con area affollatissima che vede i difensori allontanare la minaccia. Nei secondi finali c'è tempo anche per l'Orvietana  per reclamare un calcio di rigore per un presunto fallo di mano. L'ultima speranza, poi,  è affidata per i biancorossi ad un calcio d'angolo che non cambia le sorti della partita e, nel finale,  un contropiede micidiale del Cannara 2 contro 1 con un quasi shoot-out Fattorini-Percuoti finisce con il centrocampista ospite che ha la meglio e deposita in rete il pallone del 2 a 0

Orvietana: Perquoti, Ammendola, Frellicca, Bottoni (27' st Buonaccorsi), Nuccioni (14' pt Donati) G. Avola, Viviani, Tonelli , Serafini (36' st Cochi), Brescia, Polidori; all . Fatone  (Sganappa, F. Avola, Zagarella, Biancarini)

Cannara: Catarinelli, Baglioni (1' st Petterini), Anselmi, Fattorini, Moriconi, Lolli, Quinti, Cirilli  (41' st Di Giuseppe), Fastellini, Camilletti (21' st Cascianelli), Bellucci; all. Armillei (Verzieri, Castiglionesi, Palmieri, Borrelli)

Arbitro: Bientinasi di Terni, Assistenti Brodoni di Terni e Roccaforte di Perugia

Reti: 43' st Anselmi, 49' st Fattorini

Note: ammoniti: Baglioni, Polidori; re. Pt 2'; st 4'

 (del 15/02/2017 in Sport calcio)
 

Polidori e Tonelli calciano in porta due palloni preziosi. Buona comunque la prova degli ospiti

di Carlo Fidani

Orvieto - L'Orvietana si impone al Muzi per 2 a 1 contro una irriducibile Nuova Gualdo Bastardo in una gara nella quale ha osato di più degli avversari e ha saputo concretizzare. Ottima la prova dell' 11 di Fatone che, pur privo di Nuccioni e Frellicca, ha giocato una gara tutta d'attacco senza che Viviani e Filippo Avola abbiano fatto sentire la mancanza di due titolari. Gli ospiti si sono difesi con ordine nel primo tempo, poi, quando i padroni di casa sono andati sul doppio vantaggio, hanno avuto la costanza di non mollare e di trovare la rete che ha riaperto la gara. Nel finale Serafini ha fallito un rigore che avrebbe significato il 3 a 1 e subito dopo l'arbitro ha fischiato la fine delle ostilità.  Al 5' il primo brivido della partita,  Zagarella lascia passare un pallone che finisce pericolosamente dalle parti di Tomassoni che si trova a tu per tu con Perquoti ma il suo rasoterra termina a lato di poco. Al 7' risponde prontamente l'Orvietana perchè Filippo Avola  crossa dalla sinistra e Cotigni, di testa, a pochi metri dall'area piccola, spedisce alto di poco. 7 ' dopo Brescia va sulla destra, crossa al centro e  la palla arriva a Zagarella che impegna severamente Lucenti  con la sua conclusione. L'Orvietana preme di più ma la Nuova Gualdo Bastardo si difende con ordine e Brescia continua ad imperversare sulla sua fascia di competenza. Si arriva al25' senza che gli sforzi dell'Orvietana vengano premiati. Uno scambio Brescia Ammendola viene fermato dalla difesa mentre subito dopo un gran tiro dello stesso Brescia finisce a lato. Al 35' Giuliano Avola  cerca la conclusione da lontanissimo con palla che lambisce il palo.  5' dopo,  palla spiovente in area ma né Giuliano Avola né Tomassoni e Stramaccioni  riescono a raggiungerla. Il primo tempo finisce sullo 0 a 0 con l'Orvietana che ha premuto in continuazione ma senza riuscire a piazzare il colpo decisivo. Buona la prova degli ospiti in fase difensiva ma in avanti hanno avuto, forse, l'occasione più limpida di tutta la gara con Tomassoni solo davanti al portiere. Si riparte dallo stesso copione del primo tempo ma questa volta arriva il gol. Brescia lancia lungo per Polidori che è abile a farsi trovare pronto in area e aggancia, scavalca il portiere con un pallonetto e, in mezza girata, al volo, mette la palla in rete. Adesso è la nuova Gualdo che deve cambiare qualcosa e  si spinge in avanti con più decisione. All'11' è ancora Polidori ad avere la palla buona dal limite dell'area e mette a terra un pallone calciando di sinistro ma Lucenti risponde alla grande. Poco dopo anche l'altro portiere, Perquoti, si esibisce in un grande intervento su tiro dal limite. Ancora lo stesso Perquoti  sbroglia una situazione pericolosa in area. La nuova Gualdo comincia a premere sull'acceleratore ma, al 25', c'è una fuga di Cotigni   che semina un paio di avversari ma vede  il suo tiro respinto in corner. L'Orvietana subisce il gioco avversario per un quarto d'ora poi ricomincia a comandare le operazioni. Intorno alla mezz'ora è ancora Perquoti a impedire l'aggancio in al limite dell'area a un attaccante ospite uscendo dalla propria area. Poco dopo Hisenaj tira dal limite fiorando il palo. Ancora un paio di minuti e arriva il raddoppio di Tonelli. Dopo un cross di Zagarella un bel velo in area di Donati favorisce il tiro dell' accorrente numero 8 che piazza un rasoterra alle spalle dell'incolpevole Lucenti . Al 41' è Ciani con una punizione in diagonale a segnare il 2 a 1 riaprendo la gara. Allo scadere arriva un rigore per l'Orvietana per atterramento di Serafini da parte di Biagioni. Batte lo stesso Serafini che tenta il cucchiaio finendo per far ricadere la palla sulla parte alta della traversa. 

Orvietana: Perquoti, Ammendola, Avola F., Cotigni, Viviani, Avola G., Zagarella, Tonelli, Donati, Brescia, Polidori (28' st Serafini s.v.) ; all. Fatone (Sganappa, Di Girolamo, Bottoni, Cochi, Nuccioni)

Nuova Gualdo Bastardo: Lucenti, Biagioni, Bertini (15' st Scatolini), Akherraz, Ciani, Casciola, Scappini, Pugnali, Gramaccioni, Tomassoni, Hysenaj (40' st Kuqi ) ; all. Montecchiani (Martingeli, Rinalducci, Zujnulai, Pieroni, Brunelli)

Arbitro: Andreani di Terni, Assistenti Biviglia e Bicchielli di Foligno

Reti: 5' st Polidori; 35' st Tonelli; 41' st Ciani

Note: ammoniti: Ciani, Ammendola, Scappini, Cotigni; rec. Pt 1'; st 3'

 (del 05/02/2017 in Sport calcio)
 

Un gran gol di Ammendola e un rigore di Brescia decidono la partita

IMG_0082Orvietana: Perquoti, Ammendola, Cotigni, Nuccioni, G. Avola, Viviani, Tonelli, Donati (17' st Serafini), Brescia (27' st Zagarella), Polidori (34' st Cochi); All. Fatone  (Sganappa, Di Girolamo, Bottoni)

Campitello: Schiarioli, Bellini, Papa Italiani, Silvestri, Flavioni, Bigi (36' pt Maurini), Formichetti, Mancini (1' st Pinzi Jacoponi), Brunetti (27' st Coppini), Pagliarulo, Carusone; All. Proietti  (Perello, Gianchetta, Fiorentino, Marino, Pinzi Jacoponi)

Arbitro: Amedei di Terni  Assistenti Margheriti e Capicci di Terni;

Reti: 20' pt Ammendola (O); 6' st rig. Brescia (O)

Note: ammoniti: Frellicca, Nuccioni, Polidori, Flavioni, Silvestri, rec. pt 2'; st 3'

Orvieto - E' finita 2 a 0 per l'Orvietana la sfida del Muzi che vedeva contrapposta la squadra di casa contro il Campitello, Campitello che a causa di numerose defezioni è sceso in campo con ben sei under. L'Orvietana ha giocato un'ottima gara e non mai smesso di attaccare neanche dopo i due gol, concretezza e padronanza del campo quanto messo in mostra da Brescia e compagni durante la gara. Il Campitello, invece, ha tenuto bene il campo per 20' per poi cedere alle folate offensive dei Bianco rossi. Si parte con l'Orvietana che appare più agguerrita e si porta con più decisione in avanti.Al 10' un bel cross di Brescia viene solo sfiorato di testa in area da Cotigni. Il Campitello conquista metri forte della sua buona organizzazione difensiva e Brunetti viene anticipato di un soffio in area da un difensore tanto che l'ottima occasione sfuma. Al 20' arriva la rete spettacolare di Ammendola che raccoglie una respinta della difesa e,poco oltre l'area, lascia partire un sinistro che termina nel sette della porta avversaria. Il Campitello accenna ad una reazione ma è ancora l'Orvietana a sfiorare ancora  la rete con Polidori, alla mezz'ora e per ben due volte. Poi è Schiaroli a dover uscire di testa fuori dall'area con un tentativo di pallonetto di Brescia stoppato. Ancora i bianco rossi sugli scudi con una fuga sulla sinistra di Polidori che crossa rasoterra per Donati ma la palla è preda della difesa. L'Orvietana continua a comandare le operazioni e un paio di tiri di Brescia vengono parati a terra, in fotocopia, da Schiaroli e un tiro di Viviani finisce alto. Finale di tempo con tante azioni pericolose dei padroni di casa che cercano la rete della sicurezza. Il primo tempo finisce, così,  sull'1 a 0, un risultato giusto vista la prevalenza territoriale dell'Orvietana che non si è limitata a difendere il vantaggio. Il Campitello è squadra ordinata ma ha visto sempre infrangersi sulla tre quarti le sue azioni. Si riparte da Brescia che si libera bene in area ma calcia a lato. Al 4' occasionissima per Donati che, a tu per tu con Schiaroli calcia di pochissimo alto. Ma 1' dopo, Polidori si esibisce in uno slalom in area e viene atterrato. Rigore che viene battuto da Brescia che fa il  2 a 0. Il Campitello sembra in balia dei padroni di casa che continuano ad attaccare e vanno vicino alla rete ancora con Polidori. Al 17' entra in campo Serafini per Donati. L'Orvietana sfiora la rete ancora con qualche contropiede e Fatone manda in campo anche Zagarella per l'ottimo Brescia mentre Proietti risponde con Coppini che, appena entrato, con un destro entro l'area, costringe Perquoti ad una grande parata. Poi Polidori fa un euro gol ma l'Assistente dell'Arbitro lo ferma per fuori gioco. Infine uno spunto in area di Maurini finisce fra le braccia dell'ottimo Perquoti . 

 (del 22/01/2017 in Sport calcio)
 

Tre squalificati e un infortunato non metteranno Fatone nella possibilità di schierare la migliore formazione

di Carlo Fidani

Orvieto - Seconda di ritorno per i bianco rossi che scenderanno in campo a Nocera Umbra contro i locali che sono ultimi con 9 punti ma hanno una partita in meno da conteggiare. A Nocera hanno cambiato molto dalla sfida dell'andata, sono arrivati nuovi giocatori e un nuovo allenatore e , quindi, la sfida non è così facile come la classifica potrebbe far credere. All'andata i bianco-rossi sbagliarono moltissime occasioni da rete e persero la gara per una svista difensiva che sancì lo  0 a 1 finale. "All'andata pagammo molto cara la sconfitta nel prosieguo del campionato - commenta Fatone, il tecnico dell'Orvietana - e, adesso  i nostri avversari potrebbero avere nuovi stimoli. Noi siamo costretti a scendere in campo con una formazione rabberciata e con il rammarico di aver gestito male le diffide dei nostri giocatori perchè non avremo a disposizione ben tre giocatori importanti per squalifica." Infatti non saranno della partita  Brescia, Giuliano Avola e Cotigni, oltre a Filippo Avola per infortunio. Inoltre  Serafini si sta riprendendo da un brutto infortunio e non ha ancora i 90' nelle gambe. Pronti i sostituti: al centro della difesa giostrerà Viviani, Brescia sarà sostituito da Cochi e Cotigni da Bottoni.  Serafini e Filippo Avola siederanno in panchina con il secondo che ha pochissime probabilità di scendere in campo.   La probabile formazione   Nocera U. -Orvietana: Perquoti   Ammendola, Frellicca, Bottoni, Nuccioni, Viviani, Cochi, Zagarella, Donati, Tonelli, Polidori, All. Fatone (Sganappa, Di Girolamo,  F. Avola, Galli, Biancarini, Tatta, Serafini)

CLASSIFICA (* una gara in meno)
Cannara 38
Orvietana 34
Todi 32
Ducato 31
Olympia Thyrus 25
Clitunno 23*
Campitello 23
Nuova Fulginium 23 
Nuova Gualdo Bastardo 22
Giove 17
Assisi 16
Amerina 15
Nestor 15
Amc 98 12
Montefranco 11
Nocera 9*

 (del 14/01/2017 in Sport calcio)
 

Battuto 3 a 0 un  Montefranco che si è fatto valere soprattutto nel primo tempo 

di Carlo Fidani

P1010862Orvieto - L'Orvietana, contro il Montefranco, stenta a trovare la via del gol nel primo tempo per poi dilagare, sarà 3 a 0 il punteggio finale, nella ripresa. I bianco rossi hanno quasi sempre comandato le operazioni e alla fine hanno ottenuto una bella vittoria contro un avversario che nel primo tempo ha serrato bene le fila e si è difeso senza troppi affanni. All'11', una bella combinazione Polidori Brescia (nella foto) vede il tiro finale corretto in angolo. 3' dopo arriva la risposta di Tavoloni che impegna Perquoti con un gran tiro da lontano. Segue un bel contropiede tre contro due ma Polidori non riesce a servire bene Donati e l'azione sfuma. l'Orvietana continua cercare la vittoria ma il Montefranco si difende bene nonostante Polidori, Donati e Brescia continuino ad essere pericolosi in avanti. Si arriva alla mezz'ora senza reti con l'Orvietana che attacca in continuazione e il Montefranco che si affaccia qualche volta pericolosamente in contropiede dalle parti di Perquoti, come al 31', quando il solito Rosati lascia partire un diagonale che il numero uno dei padroni di casa respinge. Sul rovesciamento di fronte susseguente Donati dal limite lascia partire a sua volta un grande tiro che colpisce il palo esterno. Il tempo finisce così con uno 0 a 0 che non premia la maggiore pressione dei padroni di casa. Si rientra in campo e, al 5', Brescia viene atterrato in area da Jacopo Giubilei e l'arbitro concede il rigore. Dal dischetto calcia lo stesso Brescia che, con un destro nell'angolo alto, porta in vantaggio l'Orvietana. Al 12' Polidori sfiora l'eurogol con un gran destro al volo. L'Orvietana continua a fare la partita nonostante il vantaggio e, poco dopo, raccoglie i suoi frutti con una fuga di Polidori sulla destra che serve, libero, Donati al quale non resta che appoggiare in rete per il 2 a 0. Il Montefranco accenna ad una reazione e Falchi avrebbe la palla buona ma viene anticipato. Sul rovesciamento di fronte ancora Polidori mette in pericolo la porta avversaria ma prima Giampieri e poi un altro difensore riescono a respingere le conclusioni degli avanti biancorossi. Al 24' Fatone fa entrare in campo Cochi per Donati e, al 28', contropiede 4 contro 3 con Brescia che serve Frellicca la cui sponda, di piatto, finisce sui piedi dello stesso  Cochi che ,al volo, fa il 3 a 0. E' ancora l'Orvietana a comandare le operazioni e il Montefranco sembra rassegnato. Al 33' fa il suo esordio in campo il neo acquisto Zagarella al posto dell' ottimo Tonelli. 5' dopo Serafini viene atterrato in area con conseguente rigore. Rigore di Nobili che viene parato molto bene da Perquoti che si distende in tuffo e respinge.

Orvietana: Perquoti, Ammendola, Frellicca, Cotigni, Nuccioni, Avola G., Viviani, Tonelli (33' st Zagarella), Donati (24' st Cochi), Brescia (39' st Serafini), Polidori; All. Fatone (Sganappa Di Girolamo, Bottoni)

Montefranco Giampieri, Giubilei Jacopo, Ciani, Nobili, Giubilei Federico (44' st Pancrazi), Toretti  (18' st Panfili), Rosati, Serafini, Falchi (38' st Buzi), Tavoloni, Falocco; all. Mauri (Lisante Corsini, Campili)

Arbitro: Castrica di Terni, Assistenti Plebani e Massini di Perugia

Reti: 5'st Brescia su rig., 14 ' st Donati, 28' st Cochi.

Note: rec. St 4'; al 39' st Perquoti ha parato un rigore a Nobili

 (del 08/01/2017 in Sport calcio)
 

Polidori, Cochi e Tonelli mettono i sigilli su una gara importantissima in chiave vittoria finale

di Carlo Fidani

Orvieto - L'Orvietana vince, proprio al momento opportuno, un match importante come quello che la vedeva opposta alla capolista Todi. La gara era di quelle che contano perchè perdere questo confronto per l'Orvietana avrebbe significato abbandonare gran parte dei sogni di vittoria campionato. Invece sono arrivati 3 pesantissimi punti e i Tuderti sono, adesso, a due soli punti di distacco e il campionato è riaperto. I bianco rossi di Orvieto hanno sempre padroneggiato il confronto mentre quelli di Todi hanno confermato di essere una ottima squadra ma hanno sofferto più del dovuto il gioco dei padroni di casa. Fatone ha schierato dal 1' i due nuovi acquisti, Viviani e Donati, due acquisti indovinati che portano esperienza in difesa e freschezza atletica in attacco.   Al 10' ottima la combinazione Cochi, Donati Cotigni ma la palla finisce alta. Ancora Orvietana pericolosa da lontanissimo perché un gran tiro di Polidori viene corretto sulla traversa da Beati e sulla ribattuta Frellicca è in fuorigioco. Ma al 12' è vantaggio Orvietana, Polidori viene servito bene al limite su ripartenza dei padroni di casa; controllo e rasoterra che finisce in rete. Poco dopo un gol di testa di Cochi viene annullato dall'arbitro. Il Todi appare frastornato ma impegna Perquoti su punizione di Banelli. La gara è equilibrata, il Todi attacca ma l'Orvietana si difende con ordine e neutralizza sul nascere le avanzate degli ospiti che cercano spesso la soluzione di testa di Tarpani. Tarpani che al 34' avrebbe la palla buona dall'area piccola ma il miracolo di Perquoti è vano perché il numero 9 ospite era in fuorigioco. I Bianco rossi di casa si lamentano per qualche fischio di troppo a favore degli ospiti e non rinunciano alle ripartenze. In una di queste, Cochi si incunea bene in area fra difensore e portiere, scarta Beati e insacca il pallone del 2 a 0. Il Todi risponde prontamente e ancora Perquoti salva in angolo una pericolosissima conclusione. Il primo tempo termina con un 2 a 0 che premia l'Orvietana abile in difesa e pericolosa in attacco, mentre il Todi non ha procurato grandi grattacapi alla difesa dei padroni di casa ma ha messo in mostra le qualità tecniche dei suoi uomini migliori. Si riparte dal gran gol di Cascianelli che ruba palla ad Avola Giuliano, scappa in avanti e lascia partire un diagonale che finisce in rete e gara riaperta. Il tempo di rimettere in gioco e anche Polidori avrebbe la palla buona in area ma Beati respinge. L'Orvietana non si lascia intimorire affatto, per tutta risposta al gol ospite si getta all'attacco e alla prima vera azione trova il terzo gol. Azione insistita in area, cross di Ammendola e Tonelli, di testa, dall'area piccola, mette in rete. Al 14' altra grande azione degli uomini di Fatone, fuga e Cross di Brescia e Donati, in mischia e di testa, sfiora il palo. Risponde il Todi, scambio Banelli Tarpani ma il diagonale del numero 9 è debole e Perquoti si distende e para. Poi ancora, punizione Todi dalla grande distanza e traversa. Al 32' Cotigni scavalca tutti con un pallonetto ma Cavallaro, con un grande intervento in scivolata mette in angolo. A 3' dalla fine la gara si riaccende, cross in area e Filippo Avola tocca di mano con il braccio lontano dal corpo e per l'arbitro è rigore. Tarpani non sbaglia ed è 3 a 2. Il finale è concitato, Polidori semina il panico in area ma Beati respinge. Il todi prova il tutto per tutto ma non riesce a pareggiare. Adesso quasi  tutto da rifare per trovare una protagonista assoluta al campionato.

Orvietana: Perquoti, Ammendola, Frellicca, Cotigni, Viviani, Avola G., Cochi (28' st Avola F.), Tonelli, Donati, Brescia, Polidori; All. Fatone  (Sganappa, Di Girolamo, Olivieri, Bartoli, Bottoni)

Todi: Beati, Storti, Ercolani, Fornetti, Cavallaro, Coata, Cascianelli, Lepri  (27' st Sulla), Tarpani, Banelli (36' st Nulli Gabbiani), Crisanti  (36' st Singh); all. Montecchiani  (Cozzi, Maugeri, Coletti, Montegiove)

Arbitro: Batini di Foligno, Assistenti Gjoka e Margheriti di Terni

Reti: 12' pt Polidori (O); 35' pt Cochi (O), 5' st Cascianelli (T), 9' st Tonelli (O) , 43' st rig. Tarpani (T)

Note: ammoniti: Cotigni, Avola G., Perquoti, Cavallaro rec. pt 1', st 5'

 (del 04/12/2016 in Sport calcio)